"SOLO L'ASSENZA DI CERTEZZE PUÒ AIUTARCI A RESTARE LIBERI"
(Roberto Esposito)

giovedì 23 gennaio 2014

LA PECORA 2

Ovvero la pupilla del diavolo.

Dopo la pecora in simil “lego” di questo post occorre ora che vi presenti quello che penso si tratti del “formato” di pecora da cui è stata tratta l’ispirazione per quella da pazientemente costuire.
Tempo addietro in quel di “Terra di Origine” ne ho incontrato un gruppetto.
Avete mai guardato una pecora negli occhi? No? Beh, (beeee) fatelo 

Abituati come siamo alle tonde, dolci pupille canine, bovine, equine ed anche umane,

occhi2
(ebbene si ci sono anche io, e si lo so uno degli sguardi non è molto “dolce e rassicurante” direi che inquieta più di quello della pecora)

alle seducenti fessure verticali degli occhi dei nostri ammaliantissimi gatti,

occhi di gatti 

l’occhio della pecora risulta decisamente perturbante ed un po’ demoniaco:
2008-06-010009a 
pupilla orizzontale e pure squadrata, quello delle capre credo pure, ma non ne sono certa.
Eppure a volte riescono ad essere decisamente carine,

2008-06-0100141
2008-06-010018a
Almeno finchè sono piccine, che poi…
 2008-06-010023
Difficile definirle belle

 2008-06-010032
(Pensa per te, mi hanno risposto)

P.S.
Qualsiasi stupidaggine pur di non scrivere della politica di questi giorni

5 commenti:

Marta ha detto...

Se la pupilla è lo specchio dell'anima...

francesca/MoscO ha detto...

puoi esserne certa, anche le capre.

Vera ha detto...

Marta così dicono ma non è facile saperle leggere

Franz riconosci qualcuno? (4 dovresti sapere chi sono) Ho cercato molto tra le mie foto ma non ho trovato nulla da cui ritagliare anche i tuoi occhi, peccato a volte hanno un color verde molto bello

Sara ha detto...

va beh, piccine però sono carine!gli occhi dei miei gatti sono dolci, sai a stare con noi...

Vera ha detto...

@ Sara: i gatti sono i seduttori per antonomasia, artigli di acciaio e pelo di velluto, miele e coltello, occhi incantatori e denti affilati, docili e selvaggi. Quanto mi piaciono i gatti, li credi delicati mici e li vedi un attimo dopo con il pettirosso nelle fauci. Al di là del bene e del male. Spiritelli amorali e ammaliatori che si degnano di viverci accanto, concedendoci di farsi servire.