"SOLO L'ASSENZA DI CERTEZZE PUÒ AIUTARCI A RESTARE LIBERI"
(Roberto Esposito)

sabato 18 febbraio 2017

POST RITARDATARIO

Ieri 17 febbraio, avevo alti più pressanti impegni.

Alcuni dei miei gatti

mingus aMingus, la gatta feroce anno 1981-1991

Aprile 1993 pietro con bluto e zeta 1 a

Mio padre diceva di non amare i gatti, una volta che venne a trovarmi a terre basse rimase tutto un pomeriggio senza muoversi per non disturbare Bluto che gli dormiva in testa, e Zeta che gli si era accoccolato sul braccio. Era il 1993 e i due erano arrivati in casa da pochi giorni.2006-02-200087

Bluto in casa con noi rimase 19 anni, Zeta ebbe meno fortuna. Un automobile mise fine alla sua vita come peraltro era accaduto a Mingus e a Frine che abitò con noi pochi mesi, Tonto, la sorella di Frine ce la rubarono poco dopo, era una pseudo certosina bellissima, ma come dice il suo nome… Non propriamente furba.

2006-02-200063a
Questo è Keef, comparve davanti alla nostra porta qualche mese dopo la morte di Zeta, era in condizioni pietose, un cucciolo abbandonato, magrissimo pieno di croste… Divvenne un bel gatto ma rimase più timido rispetto agli altri. Morì prima di Bluto malgrado fosse più giovane, lo tradirono i  reni come accade a molti gatti.

Oggi a farci compagnia sono altri due gatti, la minuscola Vei, micia che non sta ferma un attimo, cacciatrice spietata, ficcanaso e sempre a dire la sua su tutto e suo fratello il più posato e tranquillo Nurù

20160322_6101Molto tranquillo

20150123_0176a

E molto irrequieta.

Vi lacsio un link se volete divertirvi un po’

Ed una foto un po’ crudele
20161217_0082a

Indovinate di chi è la zampa.

giovedì 5 gennaio 2017

LAVORO FINITO

Pronto giusto per l’epifania il pannello per il pronipote, ad un certo punto me lo hanno sottratto di mano e spruzzato con la finitura, altrimenti ogni volta che ci passavo vicno mi veniva in mente qualcosa da agguingere.
  20170105_2879a

Sul lato abbiamo aggiunto un listello su cui indicare le altezze di tutta la famiglia spostando delle mollette colorate; per ora babbo mamma e bimbo, provvederemo ad incrementare le mollette in caso di bisogno, sorelle future o nonni attuali, noi no, i prozii non contano.

In alto un’irreale farfalla ed uno scoiattolo da cartoon; mammifero ed insetto.20170105_2880

Poco sotto ecco l’ultimo inserimento, a rappresentare il mondo dei rettili una lucertola, sono stata tentata da un serpente, ma non avrei avuto l’approvazione di Bobbedol.

20170105_2881

Scendendo ancora, delegato per gli uccelli è il pettirosso che già conoscete, eccolo mentre guarda uno stelo d’avena.

20170105_2882

In basso tutto un mondo più scuro e misterioso con rane e ragnetti, un minuscolo pesce e una coccinella che in foto non si vede.
Chi la trova?

20170105_2883

Ora non rimane che incartare il tutto e sperare che non finisca dietro ad una porta o in cantina. (Non me ne stupirei)

Quasi quasi allego un biglietto con una condizione vincolante: se non lo usate ridatemelo che una destinazione decente gliela trovo di sicuro.

sabato 31 dicembre 2016

VESTITA A FESTA

Ci siamo, ormai l’anno è alla fine e sul mio balcone fervono le attività per il veglione di capodanno.

Lei frettolosa, non ha saputo resistere, e malgrado manchino ancora alcune ore al cenone si è già vestita a festa.


L’ asparagina a coda di volpe20160716_121830a
smesso il virginale abito di questa primavera,  fa ora sfoggio20161230_2809a
delle sue migliori bacche rosse, pronta a lanciarsi in vorticose danze per festeggiare e sperdere qua e la i suoi discendenti.

Anche io com’essa m’ appresto ad approntarmi, molto più sobriamente, per una serata tra amici. Fino ad ora abbiamo lavorato a preparar pani e cibi; quest’anno siamo a casa d’altri, ma il “catering” rimane un nostro onore.
Ciò che ci sgomenta sono i tre piani di scale da fare ripetute volte per portare tutto su… Con i tacchi alti…

Finché sono ancora sobria e tutta intera vi auguro un Buon Anno, ci rileggeremo nel 2017

Un virtuale abbraccio a tutti.

lunedì 12 dicembre 2016

LITIGARE PER I GIOCATTOLI

Avevo promesso che vi avrei postato la foto delle costruzioni in legno che il mio compagno stava preparando per il nipote, (pronipote), dunque eccole, mi paiono venute proprio bene.20161212_0030

Non posso dire altrettanto della foto, ma quando ho tentato di farne una seconda…

20161212_0031
Si è intromessa la Vei peggiorando il risultato:
C’era però chi non era d’accordo e subito è venuto a controllare innescando una rissa:

20161212_0032a
E’ andata a finire con le costruzioni sparse qua e la e Nurù, placido, padrone del campo

20161212_0033a
Con l’aria più innocente del mondo.
Gaaaatti! se non fate i bravi vi riporto in mezzo al campo da cui vi abbiamo toltoooo!

mercoledì 7 dicembre 2016

WORK IN PROGRES

Ovvero: la rana ed il pettirosso.

Mi sono messa nei lavori compicati, ho un piccolo nipote e per natale abbiamo deciso con il mio compagno di fargli avere solo cose fatte da noi.
Lui, falegname, gli sta preparando una serie di figure geometriche in legno, i classici cubi, archi, parallelepipedi… quando li porterà a casa ve li farò vedere; io ho pensato ad uno di quei pannelli su cui segnare l’altezza del bimbo man mano che crese, sarebbe facile, se non mi fossi messa a disegnarlo.
Bobbedol, il falegname mi ha preparato la tavola in legno, 130 centimetri per 26, verniciata di bianco e poi un po’ decapata, il resto tocca a me, con la richiesta di bobbedol di disegnarci qualcosa che cresce, un rampicante per esempio.

Ok un glicine.
Ma su cosa si arrampica? Su un albero.
Bene, ma l’insieme è un po’ triste.
Ecco le prime bozze

20161203_15145320161203_151537


20161203_15161820161206_141014
E allora perchè non metterci un pettirosso?

20161207_162637
E magari un ranoccchio?

20161207_16255920161207_174611

Poi magari ci metterò qualche farfalla…

Verrà bene, ho molti dubbi.