"SOLO L'ASSENZA DI CERTEZZE PUÒ AIUTARCI A RESTARE LIBERI"
(Roberto Esposito)

giovedì 14 aprile 2011

SENZA TREGUA

dal libro  di Giovanni Pesce pagina 136 edizione Universale Economica Feltrinelli

… "Sì" dice Ivaldi, "per oggi e per dopo"
"Sai," dice Di Nanni, "a volte credo che sarà ancora piu difficile dopo. Adesso non facciamo che sparare e sappiamo che per i fascisti tra poco sarà finita. Dopo sarà una lotta diversa, ugualmente impegnativa ma più lunga, certo molto difficile. "
……
Ci vorranno infinite energie per creare un paese democratico, nuovo, diverso da quello che abbiamo conosciuto. "
"È strano," osserva allora Di Nanni, "che noi due, ora, senza neppure sapere se stasera saremo ancora vivi, si parli di cose che riguardano domani, un domani forse così lontano. "
"Non è strano," riprende ancora Ivaldi, "perche non parliamo soltanto per noi, parliamo anche per gli altri. E gli altri sono tanti, tutti quelli che come noi vogliono un paese diverso, nel quale si viva liberi. "

"Quando sarà finita con i fascisti e i tedeschi," chiede Di Nanni, "saremo veramente liberi?"

"Saremo liberi di ricominciare a lottare per una vera libertà, che si ha quando ogni uomo ha e vale per quello che è."

pesce

Scusate ma cosa abbiamo costruito nel frattempo? Cosa ci è sfuggito di mano? Cosa è diventato il "paese democratico "? Cosa il parlamento?

http://it.wikipedia.org/wiki/Dante_Di_Nanni

http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Pesce

2 commenti:

valverde ha detto...

45 anni passati e oggi i risultati sembrano ancora a zero o quasi... che profonda pena...

Vera ha detto...

Cara Val, forse dopo un primo periodo di stada fatta, ci siamo girati, volgendo le spalle al futuro e da una ventina d'anni abbiamo cominciato a tornare indietro.